CARRELLO 0 items - € 0,00 0
La DOC Vesuvio

La DOC Vesuvio

Fra le tante denominazioni di origine della Campania enologica, troviamo forse quella più evocativa e particolare: la DOC VESUVIO. I vigneti della denominazione Vesuvio DOC si trovano sulle pendici del vulcano, ancora attivo, subito ad est di Napoli. Per anni i vini di questa zona sono stati considerati di bassa qualità ma, grazie all’impegno dei viticoltori più lungimiranti, la qualità…

Learn More

Si fa presto a dire Gin, ma lo sai quante tipologie di ginepro esistono in natura???

Si fa presto a dire Gin, ma lo sai quante tipologie di ginepro esistono in natura???

Il gin è un distillato di mosto fermentato di cereali, solitamente granoturco, frumento e orzo, che viene aromatizzato con ginepro, spezie, agrumi, fiori, bacche e vari ingredienti scelti dal mastro distillatore: i cosiddetti botanicals. Negli ultimi anni stiamo vivendo il Rinascimento del gin, è la bevanda spiritosa del momento, uno dei distillati più utilizzati per la creazione di cocktail. Parlando…

Learn More

La falanghina

La falanghina

La Falanghina è uno dei principali vitigni autoctoni a bacca bianca della Campania: qui la sua coltivazione regionale si estende su un’area pari al 5% dell’intera superficie vitata, soprattutto nella zona dei Campi Flegrei, dove è coltivata da millenni, fin dai tempi della fondazione delle prime colonie della Magna Grecia. Il fatto che nella provincia di Caserta la Falanghina sia…

Learn More

L’aglianico

L’aglianico

Cominciamo il nostro viaggio nel panorama enologico campano, andando a scoprire le caratteristiche del principale vitigno a bacca rossa: l’Aglianico. L’Aglianico è un vitigno molto antico, probabilmente originario della Grecia, introdotto in Italia intorno al VII e il VI secolo a.C., e oggi coltivato principalmente in tutte le regioni che facevano parte del Regno delle Due Sicilie, quindi soprattutto in…

Learn More

La Campania a tavola…

La Campania a tavola…

La chiamavano Campania Felix per l’opulenza e la produttività di una regione in cui clima e fertilità del terreno vulcanico generavano prodotti unici e da degustare. Ieri come oggi la Campania risulta un’eccellenza culinaria: nel ricettario regionale infatti, ci sono cibi entrati a far parte del gusto collettivo. Quando si vive o sosta a Napoli, non si può fare a…

Learn More

La conosci la leggenda del Lacryma Christi???

La conosci la leggenda del Lacryma Christi???

Lacryma Christi del Vesuvio è la denominazione più importante e che dentifica l’itera area del Vesuvio. Le due varietà autoctone più importati da utilizzare in percentuale maggioritaria per questa DOC sono il Piedirosso per i vini rossi e la Coda di Volpe, che sul Vesuvio prende il nome di Caprettone, per il bianco. La DOC Lacryma Christi può essere prodotta…

Learn More

La Campania del vino…

La Campania del vino…

La regione Campania custodisce antichi e pregiati vitigni, che sono alla base di un’enologia di spiccata tipicità, sempre più apprezzata nel mondo. Il territorio regionale è uno dei più antichi nuclei di insediamento della vite e, ancora oggi, nell’ambito della viticoltura internazionale, si caratterizza per la presenza di ceppi centenari in molti vigneti. I vini decantati nell’antichità da Cicerone, Plinio,…

Learn More

Le varietà autoctone e le tante specialità enogastronomiche della Campania

Le varietà autoctone e le tante specialità enogastronomiche della Campania

L’enologia della regione Campania si caratterizza da sempre per l’enorme ricchezza varietale delle viti coltivate sul territorio: si contano oltre 100 vitigni autoctoni, un numero che non ha pari in nessuna delle aree viticole del mondo, superando quello dell’intera Francia!!! L’originalità dei vini regionali, dai profili aromatici fortemente riconoscibili, si deve proprio alla scelta ponderata da parte dei produttori nel…

Learn More